Pagina

Deformità Craniche

Deformità del cranio
La Prevenzione, la Diagnosi e il Trattamento Precoce delle

Deformità Craniche Infantili


  • 70% dei neonati presenta minime asimmetrie craniche.
  • 13,1% dei neonati, esaminati 24-72 ore dopo il parto, mostra visibili deformazioni craniche.
  • Il 43% – 47% dei neonati attualmente presenta in seguito una visibile plagiocefalia posizionale nel primo anno di vita a causa delle posizioni non corrette in cui il bambino viene tenuto.

Le deformazioni possono essere dovute a:

  • Problemi posizionali
  • Sinostosi
  • Neoplasie

DEFORMITÀ CRANICHE CONGENITE

DEFORMITÀ CRANICHE POSIZIONALI PRENATALI

Le cause più comuni di deformità craniche posizionali alla nascita sono:

  • Posizione del bambino in utero
  • Gravidanza gemellare
  • Compressione del cranio durante il parto.

CRANIOSTENOSI

Consiste nella saldatura prematura di una o più suture craniche ed è presente in un neonato su 2500.

DEFORMITÀ CRANICHE POSIZIONALI POSTNATALI

Consistono per lo più in appiatti­menti posteriori e laterali del cranio, causati dal prolungato ed eccessivo mantenimento di determinate posture da parte del neonato dopo la nascita.

LA VALUTAZIONE E IL TRATTAMENTO SONO POSSIBILI FIN DAL 1° MESE DI VITA.

I RISULTATI SONO MIGLIORI QUANTO PIÙ PRECOCE È L’INTERVENTO

Consigli per evitare le

Plagiocefalie posizionali post-natali


Nei primi mesi di vita il cranio del neonato è estremamente malleabile, se non si applicano delle semplici regole la testa del bambino rischia di deformarsi.

Ecco dei consigli per i genitori per favorire il corretto sviluppo cranico.

  1. Tenete il bambino a pancia in su nel lettino e nella carrozzina fin dai primi giorni con un cuscino provvisto di incavo che consenta il corretto sviluppo della parte di dietro della testa e che contribuisca a mantenere il collo in posizione centrale.
  2. Togliete il cuscino e tenete il bambino a pancia in su alternando la posizione della testa tra lato dx e lato sn eventualmente stimolando il bambino dal lato desiderato ponendogli accanto un indumento impregnato dall’odore della mamma.
  3. Dato che il bambino è attratto dalla vostra presenza e dalle vostre voci, se il bambino dorme nella vostra camera, alternate la posizione del bambino nella carrozzina e nel lettino rispetto al vostro letto cosicché il vostro letto si trovi alternativamente alla dx e alla sn del bambino.
  4. Tenere il bambino quando è sorvegliato e sveglio di lato, alternando lato dx e lato sn, eventualmente stimolando il bambino dal lato desiderato ponendogli accanto un indumento impregnato dall’odore della mamma o stimolandolo con la vostra presenza e con suoni.
  5. Se ci sono carillon o giochi nel lettino alternare la posizione di tali oggetti tra centrale, dx e sn.
  6. Quando vi rivolgete al bambino e/o ci giocate, alternare la vostra posizione tra centrale, lato dx e lato sn, togliendo il cuscino quando è di lato.
  7. Prendete il bambino in braccio utilizzando alternativamente per l’appoggio della sua testa sia il vostro braccio dx che il vostro braccio sn.
  8. Quando lo mettete dritto per fare il ruttino o per cullarlo mettetelo sia sulla vostra spalla dx che su quella sn.
  9. Tenetelo il meno possibile da sveglio in culle, carrozzine sdraiette.
  10. Dal 2° mese da sveglio e quando è ben sorvegliato incominciate a tenerlo a pancia sotto stimolandolo a tenere dritta la testa e a girare la testa a dx e a sn.

Deformita Craniche


23,456

2015


19,619

2014


17,345

2013


14,213

2012

Plagiocefalia Posizionale. Sviluppato da Primo su Google. All rights reserved.